Home
Home
Connect

McGraw-Hill Education (Italy) srl

ITALIA Indian Flag
Strumenti Tools Print Larger font Smaller font Bookmark this page
 
Share/Bookmark

DISCIPLINE
Economia ed Economia aziendale
Informatica
Ingegneria e architettura
Medicina
Scienze infermieristiche e professioni sanitarie
Scienze matematiche, fisiche, chimiche e biologiche
Scienze umane e sociali
Monografie
Pubblicazioni dalle aziende
Rischio sismico. Decidere in condizioni di incertezza

Di: Giuseppe Grandori, Elisa Guagenti

Formato digitale

Rischio sismico. Decidere in condizioni di incertezza


ISBN: 9788838690617,
Prezzo: € 2,00
Pubblicazione: aprile 2012
Pagine: 83
Metti nel carrello




Mi piace questo libro

Indice dettagliato (formato PDF)
Presentazione/prefazione (formato PDF)
Visualizza titoli simili:
Categoria: Ingegneria e architettura
Disciplina: Ambiente e territorio
Collana: Istruzione scientifica

Descrizione | Gli autori |

DESCRIZIONE

Il dibattito sulla protezione civile ha trovato riscontro, in questi ultimi anni, sul piano drammaticamente concreto di quanto avvenuto a L’Aquila, prima, durante e dopo il terremoto. Il presupposto dell’azione di un sistema di protezione civile in un paese avanzato è, infatti, la “conoscenza”, intesa nella sua duplice dimensione di “sapere esperto”, altamente qualificato sul piano scientifico e tecnologico, e di “apprendimento sociale”, cioè di capacità della collettività che può essere colpita da un evento calamitoso, di tradurre le conoscenze specialistiche in misure efficaci di protezione. Il rapporto tra chi “deve fare” (il sistema di protezione civile integrato) e chi “deve fornire gli elementi per decidere come fare” (sistema delle competenze tecnicoscientifiche) è assolutamente determinante sulla qualità delle scelte d’intervento e sulla qualità dell’apporto di eccellenza sul piano scientifico. In questa prospettiva, assumono perciò rilevanza centrale le modalità con cui possono conseguirsi, da un lato, sul fronte scientifico, il“trasferimento di sapere” dal mondo degli “esperti”alla “società”(istituzioni e cittadini) e, dall’altro, sul fronte sociale, la costruzione di una“capacità di recepimento e di interlocuzione”della società con il mondo della ricerca. I contributi di Giuseppe Grandori, fondatore dell’ingegneria sismica in Italia, e di Elisa Guagenti, professore ordinario del Politecnico di Milano, inclusi in questo volume, rappresentano un fondamentale contributo culturale in questa direzione, e affrontano alcuni aspetti fondamentali: l’assolvimento delle funzioni di prevenzione e la previsione dei terremoti, interpretate anche sotto il profilo del delicato processo decisionale e quindi del rapporto che si deve instaurare tra comunità scientifica e apparato politico-amministrativo. La lettura dei due testi offre un chiaro sostegno alla tesi che, quantunque la “prevenzione” intesa come insieme di iniziative concrete per rendere il patrimonio abitativo e il territorio più sicuro nei confronti dei possibili eventi calamitosi debba essere l’obiettivo principale delle strategie di difesa dalle catastrofi , anche la“previsione”, non solo quella su basi probabilistiche, ma anche quella basata sui fenomeni precursori può essere un valido strumento scientifico per una formulazione razionale del processo decisionale.

GLI AUTORI

Giuseppe Grandori, Elisa Guagenti

Giuseppe Grandori Professore emerito del Politecnico di Milano, recentemente venuto a mancare nel novembre 2011. Ha concepito e composto il saggio incluso nella presente pubblicazione pochi mesi prima, nel luglio 2011.Ha insegnato Costruzione di ponti, Scienza delle costruzioni, Ingegneria sismica. È sta-to Presidente , e ora membro onorario, dell’IAEE (associazione mondiale di ingegneria sismica) e dell’EAEE (associazione europea di Ingegneria sismica).Numerosi sono i riconoscimenti ricevuti da università e da istituzioni italiane e stranie-re come padre dell’ingegneria sismica Italia.Importante il suo contributo, anche a livello operativo e legislativo, in occasione dei terremoti del Friuli e dell’Irpinia.La sua produzione scientifi ca, raccolta in un centinaio di pubblicazioni, offre contri-buti innovativi negli argomenti di elasto-plasticità, di dinamica, di ingegneria sismica. Di particolare interesse per lo scopo di questa pubblicazione la sua ricerca e le sue pro-poste sulla credibilità di un modello e sul processo decisionale nella scelta del rischio accettabile.
Elisa Guagenti In qualità di professore, dapprima associato poi ordinario, ha insegnato Meccanica razionale, Statica, Analisi matematica e Geometria analitica, nel Politecnico di Milano e nell’Università statale di Milano.Ha diretto (e partecipato a) gruppi di lavoro CNR sulle strategie di difesa del patri-monio edilizio esistente e sulla modellazione matematica del rischio per le costruzioni, rischio sismico o da degrado ambientale.La sua produzione scientifi ca, raccolta in un centinaio di pubblicazioni, riguarda temi di dinamica, di evoluzione probabilistica dei sistemi e di previsione dei terremoti, di modellazione del rischio sismico, in particolare dei processi decisionali nelle strategie di difesa.Ha curato, nelle sue successive edizioni fi no all’attuale, il testo di Statica. Fondamenti di meccanica strutturale, McGraw-Hill.

Top

Chi siamo | Condizioni di utilizzo | Informativa sulla privacy | Normativa sul diritto d’autore| Modello di organizzazione, gestione e controllo | Contattaci | Assistenza | Come ordinare | Mappa del sito

Copyright © 2002 -2017 McGraw-Hill Education (Italy) srl
Via Ripamonti 89, 20139 Milano, Italia - Telefono +39 02/5357181 - Fax +39 02/5397633
Cap. Soc. Euro 10.000 Int. vers. | Codice Fiscale e P. IVA 07805780967 - Iscritta presso la C.C.I.A.A. di Milano numero di iscrizione 07805780967 | R.E.A. 1982936